La scuola Maria Divano di Serravalle Scrivia si presenta

Ore 7.30 si sente già rumore di piccoli passi alla scuola dell’infanzia Maria Divano. Sono i primi bimbi ad arrivare accolti da Suor Lina e da una delle maestre. Piccole vocine salutano ed entrano nel grande salone per dare inizio a una nuova giornata. C’è chi entra allegro e curioso, chi timoroso e alcune volte per i più piccini, le nostre “coccinelle”, è ancora un po’ difficile il distacco… qualche istante, giusto il tempo di trovare un gioco o un compagno che possa rassicurarli e finalmente la nostalgia lascia spazio alla scoperta. Non c’è modo migliore di iniziare la giornata giocando con i propri amici, sfogliando un buon libro o lasciando il proprio segno su un foglio di carta.

 

Quando tutti i bambini sono arrivati si riordinano con cura i giochi (così è più facile ritrovare il proprio gioco preferito!) e si saluta il nuovo giorno “suonando le campane di Fra Simon”, che ci ricordano che è il momento delle preghiere del mattino. Un po’ di frutta come colazione o merenda, per chi è arrivato molto presto, tutti in bagno e ai grandi “Uccellini” spetta l’importante compito di preparare i tavoli per il pranzo.


Ore 9.30 tutti pronti per stare insieme, maestre e bambini. Ogni giorno si alternano attività differenti, qualche volta più strutturate, qualche volta più didattiche, altre volte si lascia spazio alla libera scoperta di ciò che ci circonda e altre volte si sente il bisogno di riunirsi in cerchio per raccontare avvenimenti importanti.

    

E così il lunedì ci si prepara per la psicomotricità e con Francesca si impara a giocare rispettando i compagni, così è più bello stare insieme!

 

Il martedì si lascia spazio al lavoro e al gioco in classe, qualche volta si va al mercato oppure nel bosco.

Il mercoledì con maestra Elisa ci si diverte con la musica e con il canto. Si provano a suonare, da soli o insieme, il timpano, i bonghi, il tamburo e tanti altri strumenti.


Il giovedì le classi delle Api e degli Uccellini escono per raggiungere la biblioteca e immergersi nel fantastico mondo della lettura. Altre volte c’è Andrea che accompagna i bambini alla scoperta del Bosco della Regina Volpe, dei suoi abitanti e dei suoi segreti che stanno sotto e sopra la terra. E il venerdì? Tutti in tuta da ginnastica per giocare con maestra Giulia che ci insegna il modo migliore
per muovere il nostro corpo… che ha sempre tante energie!

Ore 11.15 il suono di vocine allegre che si confondono con il rumore dell’acqua che scorre dai rubinetti fa capire che è arrivato il momento del pranzo. Evviva! Ogni bambino prende la propria posata e il proprio bicchiere e si siede al tavolo. A qualcuno verrà affidato il compito di versare l’acqua, a qualcun altro quello di dare il pane ai compagni e a qualcuno quello di sparecchiare. E
poi a volte succede che i grandi debbano aiutare i piccoli a mangiare e ad assaggiare tutte le verdure. Dopo il pranzo si gioca tutti insieme nelle varie classi oppure in giardino.

Ore 13.45 il silenzio e la musica dolce che avvolge tutta la scuola accompagna i bambini nel momento del riposo e del rilassamento. Tutti abbiamo bisogno di un momento per recuperare energie.

Ore 15.30 piano piano ci si risveglia, i grandi aiutano i piccoli ad alzarsi dai loro lettini, ad andare in bagno e prendere la propria merenda. E poi? C’è ancora un po’ di tempo per qualche canzone e qualche gioco.

Ore 17.30 rumori di armadietti che si chiudono, vocine che salutano la maestra, racconti di storie vissute ci dicono che anche questa giornata è finita.

A domani!


Possiamo realizzare tanti progetti grazie all’aiuto che ci viene fornito da esperti che, con professionalità, svolgono al meglio il loro lavoro. Attraverso una formazione continua delle insegnanti e grazie a enti no profit del territorio, che ci regalano nuovi saperi e ci accolgono presso le loro strutture. Grazie alla collaborazione di molti genitori, che nel momento del bisogno ci aiutano a realizzare i nostri progetti che altrimenti rimarrebbero solo disegni sulla carta.

 

Aggiungi Commento