Il compostaggio - Scuola C. De Simoni di Voltaggio

TROVA IL POSTO GIUSTO!

 

                

"... anche nel giardino del nonno c'è quel contenitore e noi ci buttiamo le bucce e le cose che avanziamo nel piatto".

Ed ecco che diventa facile per noi insegnanti introdurre il concetto di compostaggio.
Raccogliendo le impressioni e il vissuto dei bambini in merito alla compostiera presente in qualche famiglia, ma non in tutte, si ascoltano le loro parole e si giunge alla conclusione che:

"BISOGNA BUTTARE LA SPAZZATURA NEL POSTO GIUSTO"

 

LE PAROLE DEI BAMBINI...

"La compostiera può raccogliere le bucce del mandarino, della mela e di tutta la frutta che mangiamo a metà mattinata durante lo spuntino".

"Anche le foglie possiamo metterle nell'organico insieme alle bucce della banana, delle patate, dei kiwi e anche i tovaglioli o lo scottex sporchi di cibo".

"Anche l'erba del prato tagliata dalla mamma va nella compostiera, perché mi ha spiegato che poi diventerà terra".

"Terra e concime possono anche chiamarsi compost e potrà essere utilizzato insieme per poter far crescere le piante".

"Noi per crescere abbiamo bisogno di cibo, le piante invece hanno bisogno di nutrimento, cioè il compost, oltre che acqua, luce e sole".

"Nella nostra compostiera abbiamo messo le foglie di scarto dei broccoli piantati nel nostro orto. Prima erano verdi, ora sono diventate un pò gialline, perché stanno marcendo e puzzeranno tanto per diventare poi compost insieme agli scarti del nostro cibo".

                 

"La compostiera ci farà compagnia nel giardino della scuola e trasformerà tanti scarti in compost, che utilizzeremo per concimare il nostro orto e i vasi in cui pianteremo bellissimi fiori".

"Per saperne di più abbiamo pensato di leggere insieme alle maestre questo foglio (foto sotto), che spiega meglio come fare il compostaggio".

                                      

Aggiungi Commento